27 NOVEMBRE 2014. GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE DEI LAVORATORI DELLE COSTRUZIONI

November 19th, 2014

6Il 27 Novembre si svolgerà una giornata di mobilitazione nazionale del settore delle costruzioni, promossa da Fillea, Filca, Feneal, con manifestazioni e presidi regionali.
I lavoratori della Regione Campania manifesteranno a Napoli, il concentramento sarà a Piazza Mancini alle ore 9,00 e la manifestazione conclusiva si svolgerà a Piazza Matteotti.
Siamo al sesto anno consecutivo di crisi del settore delle costruzioni e appare ormai evidente che le ricette messe in atto finora per contrastarla siano state fallimentari. Le sole politiche dei tagli sulla spesa degli investimenti e di allentamento delle regole non producono lavoro. Anche quest’anno, nonostante i dati, confermino un ulteriore calo del 10% degli occupati arrivando a circa 800.000 posti di lavoro bruciati dall’inizio della crisi, nei provvedimenti adottati dal Governo non si avverte un radicale cambiamento di quelle politiche e i timidi segnali positivi restano largamente insufficienti a dare risposte adeguate ai lavoratori del settore e ad un Paese che avrebbe quanto mai bisogno di un imponente piano di interventi di messa in sicurezza del territorio e del patrimonio edilizio e in infrastrutture strategiche. Per queste ragioni i lavoratori del settore delle costruzioni chiedono con forza risposte concrete capaci davvero di rilanciare la buona occupazione e di rispondere ai bisogni del Paese.

In Campania i dati sono inequivocabili: 35 mila lavoratori in meno sui cantieri, 2.029 imprese scomparse, una perdita secca di monte salari di 243 milioni di euro negli ultimi 5 anni, un aumento esponenziale di ricorso agli ammortizzatori sociali, una perdita occupazionale del 30% nei settori del legno, lapidei, cemento e manufatti.
Eppure ci sono opportunità da cogliere come i 19 Grandi Progetti per un valore di 2.779,3 milioni di euro, i 219 interventi del Programma Europa Più per un importo di 632 milioni di euro, la delibera di accelerazione della spesa della Regione Campania pari a 1.372 milioni di euro ed altri interventi che se attivati potrebbero creare 81.594 posti di lavoro tra diretti e indiretti.
Il Sindacato delle Costruzioni chiede alla Regione Campania e al Governo di intraprendere tutte le iniziative possibili per invertire la rotta, garantire gli investimenti, contrastare il massimo ribasso, il lavoro nero e l’abusivismo. Bisogna inserire nei capitolati d’appalto l’adozione del Durc per congruità, sostenere il sistema d’ impresa risolvendo l’annosa questione dei crediti vantati privilegiando le situazioni a forte connotazione occupazionale.

 

 

Sezione: News Generali Fillea

www.luinodesign.com